Biblioteca Comunale

BIBLIOTECA COMUNALE DI ROSTA AUGUSTO QUERRO
Via Bastone 34 – Tel. 011 9541035
Responsabile della Biblioteca dott.ssa Caterina Prever Loiri

Referente volontari Sig. Sergio Surra

Orari di apertura al pubblico:
Lunedì 9.00 – 11.30
Martedì 15.00 – 17.30
Mercoledì 15.00 – 17.30
Giovedì 15.00 – 17.30
Venerdì 15.00 – 17.30
Sabato 9.30 – 12.00

La Biblioteca Comunale è nata nel 1990 a seguito della richiesta di alcuni cittadini di Rosta all’Amministrazione Comunale. Nel 1999 viene dedicata al poeta rostese Augusto Querro.

Le risorse destinate dall’Amministrazione Comunale alla Biblioteca vengono gestite grazie all’impegno e all’opera di 11 volontari fissi, oltre all’aiuto saltuario di altri collaboratori, che si adoperano al funzionamento della struttura, nonché a mantenere vivo e rinnovato il patrimonio librario.
La Biblioteca Comunale di Rosta aderisce al Sistema Bibliotecario dell’Area Metropolitana di Torino.

Il patrimonio librario della Biblioteca è di circa 8000 volumi, suddivisi in opere generali di filosofia, religione, scienze, filologia e linguistica, belle arti, letteratura, storia, geografia e biografia.
Molto spazio, in considerazione della notevole richiesta, è dedicato alla narrativa per adulti, italiana e straniera, e ai libri per bambini e ragazzi.

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE A. QUERRO

Carta dei servizi: “Biblioteca A. Querro”

NATI PER LEGGERE

www.natiperleggere.it

www.regione.piemonte.it/cultura/cms/nati-per-leggere-piemonte.html

www.comune.collegno.gov.it/nati-per-leggere.aspx

 

BIBLIOTECA DIGITALE

PROGETTO MLOL (Media Library On Line)

GRAZIE AL PROGETTO MLOL MIGLIAIA DI RISORSE DIGITALI SONO A DISPOSIZIONE DEI LETTORI E DELLE LETTRICI DELLE BIBLIOTECHE SBAM (LIBRI, QUOTIDIANI, RIVISTE)

GUIDA al prestito ebook

 

VERBALI COMMISSIONE BIBLIOTECA

verbale Commissione del 6dicembre2017

 

 

ATTIVITA’

 

GIORNATA DELLA MEMORIA

celebrata dai ragazzi presso la Scuola Secondaria I° di Rosta

Venerdì 19 gennaio 2018

Maria Teresa Milano, dottore di ricerca in Ebraistica e scrittrice, ha guidato i ragazzi nel ghetto di Terezin, “laboratorio diabolico” a servizio della propaganda del regime nazista.

L’Amministrazione, in collaborazione con la Biblioteca Comunale, ha voluto promuovere una mattinata di riflessione che ha toccato e coinvolto i ragazzi lasciando loro impressa quella realtà di violenza e orrore che porta però a riscoprire la forza vitale della dignità umana.

Un particolare ringraziamento alla Prof.ssa Loiodice Rossana.

 

 

I commenti sono chiusi.