Trasparenza, valutazione e merito

Bilanci - Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio
Descrizione Art. 29 - D.Lgs. 33/2013

Obblighi di pubblicazione del bilancio, preventivo e consuntivo, e del Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio, nonché dei dati concernenti il monitoraggio degli obiettivi.

1. omissis

2. Le pubbliche amministrazioni pubblicano il Piano di cui all' articolo 19 del decreto legislativo 31 maggio 2011, n. 91 , con le integrazioni e gli aggiornamenti di cui all'articolo 22 del medesimo decreto legislativo n. 91 del 2011.

Nota anno 2013 -2014

Il Decreto Legislativo n. 91/2011 recante disposizioni attuative in materia di adeguamento ed armonizzazione dei sistemi contabili delle pubbliche amministrazioni ha previsto che le stesse presentino, contestualmente al bilancio di previsione e al bilancio consuntivo un documento denominato “Piano degli indicatori e risultati attesi al bilancio” al fine di illustrare gli obiettivi della spesa, misurarne i risultati e monitorarne l’effettivo andamento in termini di servizi forniti ed interventi realizzati.

Il nuovo sistema contabile, tuttavia, entrerà in vigore al primo gennaio 2015 a seguito della proroga disposta dal Decreto Legge 102 del 31/08/2013 convertito nella legge 124 del 28/10/2013.

Il suddetto obbligo pertanto è limitato agli enti aderenti alla sperimentazione nel cui novero non è ricompresso il Comune di Rosta.

Nota anno 2015

L’articolo 18-bis del decreto legislativo n. 118 del 2011 prevede che le Regioni, gli enti locali e i loro enti ed organismi strumentali, adottino un sistema di indicatori semplici, denominato “Piano degli indicatori e dei risultati attesi di bilancio” misurabili e riferiti ai programmi e agli altri aggregati del bilancio, costruiti secondo criteri e metodologie comuni.

In attuazione di detto articolo, sono stati emanati due decreti, del Ministero dell’economia e delle Finanze (decreto del 9 dicembre 2015, pubblicato nella GU n.296 del 21-12-2015 - Suppl. Ordinario n. 68) e del Ministero dell’interno (decreto del 22 dicembre 2015), concernenti, rispettivamente, il piano degli indicatori per:

  • le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano (allegati 1 e 2) e i loro organismi ed enti  strumentali in contabilità finanziaria (Allegati 3 e 4);
  • gli enti locali (allegati 1 e 2) e i loro organismi ed enti strumentali in contabilità finanziaria  (Allegati 3 e 4).
Con successivi decreti sarà definito il piano degli indicatori degli enti strumentali degli enti territoriali che adottano solo la contabilità economico patrimoniale. Il Piano degli indicatori, parte integrante dei documenti di programmazione e di bilancio degli enti, è presentato dalle Regioni e dai loro enti ed organismi strumentali entro 30 giorni dall’approvazione del bilancio di previsione e del rendiconto. Gli enti locali ed i loro enti e organismi strumentali allegano il Piano degli indicatori al bilancio di previsione e al rendiconto della gestione. Le Regioni, le Province autonome di Trento e di Bolzano, gli enti locali e i loro organismi e enti strumentali adottano il piano degli indicatori a decorrere dall’esercizio 2016. Quindi le prime applicazioni del decreto sono da riferirsi al rendiconto della gestione 2016 e al bilancio di previsione 2017-2019.

Allegati:PIANO DEGLI INDICATORI E DEI RISULTATI ATTESI DI BILANCIO 2017-2019
PIANO DEGLI INDICATORI E DEI RISULTATI ATTESI DI BILANCIO - RENDICONTO 2016
PIANO DEGLI INDICATORI E DEI RISULTATI ATTESI DI BILANCIO 2018-2020
PIANO DEGLI INDICATORI E DEI RISULTATI ATTESI DI BILANCIO - RENDICONTO 2017
PIANO DEGLI INDICATORI E DEI RISULTATI ATTESI DI BILANCIO 2019-2021
PIANO DEGLI INDICATORI E DEI RISULTATI ATTESI DI BILANCIO - RENDICONTO 2018
PIANO DEGLI INDICATORI E DEI RISULTATI ATTESI DI BILANCIO 2020-2022
PIANO DEGLI INDICATORI E DEI RISULTATI ATTESI DI BILANCIO - RENDICONTO 2019